optimized for monitor resolution=1024x768 info@pangeacrossing.com
27 Giugno 2017 - 19:13
NOVITA'
Albania #1
Tour Centro Sud Albania

Questo tour vi porterà lontano nel tempo, in un ambiente carico di suggestioni artistiche, dall’atmosfera mistica dei luoghi sacri bizantini ,dalla storia delle città fortezze ai siti archeologici greco-romani, dalle coste di un Adriatico cristallino a quelle di un Jonio trasparente e solitario avendo come scenario i tre villaggi di Dhermi, Qeparò e Himara considerate le tre perle marine Albanesi.


Durata: 8 giorni
Difficoltà:Soft
Numero minimo di partecipanti: 10



Giorno 1 Arrivo a Durazzo con traghetti che partono da varie località italiane.

Giorno 2 Trasferimento per Apollonia Visita al sito archeologico e partenza per Valona.

Giorno 3 Trasferimento per Saranda con soste lungo la costa.

Giorno 4 Trasferimento per Butrinto, visita al sito archeologico, trasferimento a Korcia.

Giorno 5 Trasferimento e Voscopoia, visita di Voscopoia, trasferimento a Berat.

Giorno 6 Visita a Berat, trasferimento a Tirana, sistemazione in Hotel cena.

Giorno 7 Visita a Kruje nel pomeriggio ritorno a Tirana.

Giorno 8 Ritorno a Durazzo.


Tirana

Voskopoje



____________________________________________________________



Giorno 1 Arrivo a Durazzo e sistemazione in Hotel a Durazzo cena.
DURAZZO
Anticamente col nome Epidamno era una colonia fondata con la partecipazione di Corinto e di Corcira nel VII secolo AC sul luogo dell' odierna Durazzo abbellita da rovine romane e fortificazioni bizantine. Un buon posto da dove iniziare la visita della città è il Museo Archeologico, che sorge di fronte al lungomare vicino al porto. Dietro al museo ci sono le mura della città (VI secolo), costruite dopo l'invasione dei Visigoti avvenuta nel 481, alle quali furono aggiunte, nel XIV secolo, delle Torri veneziane rotonde. L'Anfiteatro romano, costruito tra il I e il II secolo d.C., davvero imponente, si trova su una collina all'interno delle mura.


Giorno 2 Colazione, e visita guidata di Durazzo.Trasferimento per Apollonia Visita al sito archeologico con visita guidata. Al termine della visita al sito archeologico si prosegue per Valona. Sistemazione in Hotel a Valona cena.
Tempo percorrenza 3 / 4 ore senza soste
APOLLONIA
La prossimità alla costa adriatica e l’accesso al mare, consentitole dall’antico fiume Aos l’attuale Vjosa di cui si scorge l’alveo prosciugato in seguito ad un terremoto violentissimo che nel IV secolo ne modificò il corso, non sono che alcune delle numerose ragioni che fecero la grandezza della città. Apollonia fu celebre per i suoi commerci fiorenti, per la scuola filosofica frequentata dalla nobiltà romana in cui studiò lo stesso Augusto e per la notevole scuola di scultura di stile ellenistico
Straordinari i capitelli romanici che rivelano l’influenza veneziana e i frammenti di affreschi sulla facciata dell’esonartéce (portico che nelle chiese bizantine precede l’entrata) effigianti la famiglia imperiale bizantina dei Paleologhi. Di Apollonia si conosce anche la necropoli, che si estende nell’avallata; le tombe che si distribuiscono in un arco di tempo che va dal VI secolo a.C. a tutta l’età imperiale presentano caratteristiche ornamentali tarantine a testimonianza degli stretti legami culturali esistenti tra le due sponde.


Giorno 3 Colazione e trasferimento con destinazione Saranda. La strada costiera che si percorrerà è la più bella e spettacolare dell’Albania con il passo di Logarà ( 2018 metri ) anche parco nazionale, per poi scendere fino alla costa ionica con soste ai villaggi di Dhermi, Qeparò e Himara.
Arrivo a Saranda sistemazione in Hotel a Saranda, cena.
Tempo Percorrenza 4 ore senza soste
SARANDA
La città più a sud d'Albania al confine con la Grecia e di fronte a Corfu'.La vegetazione quasi tropicale e le Bouganvillee in fiore ancora a Novembre formano uno spettacolo da sogno.


Giorno 4 Colazione e trasferimento per Butrinto, visita al sito archeologico con visita guidata. Dopo la visita al sito archeologico si prosegue con destinazione la città di Gjirokaster. Al termine della visita guidata di Gjirokaster, proseguiamo per la città di Korcia. Sistemazione in Hotel a Korcia cena.
Tempo Percorrenza 5 ore senza soste
BUTRINTO
Il sito archeologico più importante del paese,immerso in un lussureggiante parco mediterraneo, città antica alla cui formazione e sviluppo contribuirono ben quattro diverse civiltà: l’illirica, la greca, la romana e, infine, quella cristiana. Il nucleo più antico fu fortificato dagli Illiri nel I millennio a.C. Nel VI secolo iniziarono i traffici commerciali fra la città e l’Epiro. Butrinto era nota come il centro maggiore del mondo greco tanto suscitare l’interesse dei Molossi che la occuparono nel IV secolo. I romani la conquistarono nel 168 a.C. rendendola un ricco centro di villeggiatura per la nobiltà, magnificato nell’epistolario di Cicerone, che continuò a prosperare anche nel periodo bizantino. Le rovine di Butrinto sono sparse su un dolce poggio, nell’affusolata penisola di Xsamil nell’Albania sud-occidentale, a circa 16 chilometri dalla moderna Saranda e di fronte all’isola greca di Corfù: una lingua di terra che si distende fra il mar Jonio e il lago di Butrinto. È questa la parte più “greca” dell’Albania, ma è una ‘Grecia’ nascosta, sconosciuta al turismo di massa. I marmi, i mosaici, la cinta di mura millenarie dell’antica Buthrotum emergono sorprendentemente dall’ombra della fitta macchia mediterranea che li ospita da più di due millenni. Virgilio definisce Butrinto la città dai vasti portici e le dedica un’ampia parte delterzo libro dell’Eneide: Butrinto è il luogo mitico in cui Enea e i suoi compagni, scampati alla distruzione di Troia, fecero sosta nel corso del viaggio che li avrebbe condotti sino alle coste laziali. Il poeta ambienta in questo suggestivo e romantico luogo uno degli episodi più toccanti della sua opera, l’incontro tra Enea e Andromaca, la vedova di Ettore che aveva sposato Eleno uno dei figli di Priamo.


Giorno 5 Colazione e trasferimento e Voscopoje con visita guidata. In serata raggiungeremo la città di Berat. Sistemazione in Hotel a Berat, cena:
Tempo Percorrenza 5 ore senza soste
VOSKOPOJE
Cittadina nelle vicinanze di Korça che fu nel diciottesimo secolo un importante
centro commerciale, religioso e culturale, in cui era sorta la più grande tipografia del
paese. La chiesa con pianta a croce greca reca sul lato meridionale un porticato
affrescato da due dei maggiori pittori albanesi del 18° secolo, i “classici” fratelli
Zografi. Gli affreschi dell’interno sono invece opera del “realista” David Selenica,
profondamente innovatore rispetto alla tradizione iconografica bizantina giacché egli
riuscì ad infondervi armoniosamente gli influssi realistici del barocco occidentale.
Il culmine di siffatto processo di graduale incremento del realismo iniziatosi con
Onufri e accentuatasi con il figlio Nikolla, della rappresentazione dei santi guerrieri,
sensibile alle sollecitazioni del parallelo realismo trionfante del 17° secolo in Italia e
in Occidente, viene toccato nel 18°secolo, secondo periodo di rinascenza dell’arte
bizantina in Albania, da David Selenica con gli affreschi della chiesa di San Nicola a
Voskopoje. La caratterizzazione dei volti dei santi guerrieri è straordinaria : in essi
sono individuabili i caratteri dell’albanese moderno, gli stessi a cui si sono ispirati gli
artisti per la creazione dei suggestivi monumenti del realismo del periodo socialista.
Il portamento maestoso e le figure imponenti ampliano potentemente lo spessore
marziale, nonché morale e ideale, dei personaggi, accentuato inoltre dalla trattazione
pittorica vigorosa seppur talvolta pedantemente attenta ad alcuni dettagli anatomici
che vengono trattati come a sé, come se fossero separati dal restante contesto.


Giorno 6 Colazione, visita guidata a Berat. Trasferimento a Tirana, sistemazione in Hotel a Tirana, cena.
Tempo Percorrenza 4 ore senza soste
BERAT
Una delle città museo d’Albania in cui ogni pietra, quasi ogni edificio presenta un interesse storico o artistico. Sulla rocca si trovano antichi edifici di culto grecoortodosso e un museo, custodito all’interno di una cattedrale del 18° secolo, dedicato al pittore nazionale Onufri (XVIo secolo), il grande colorista dell’arte albanese e il maggiore iconografo dei Balcani del suo tempo. All’interno del museo si trovano altresì opere del figlio Nikolla e degli allievi di Onufri, il fondatore della celebre scuola di Berat. Le icone degli allievi sono incluse in massima parte nell’imponente iconostasi mirabilmente intagliata. Lo stile bizantino delle abitazioni di Berat rappresenta un’ulteriore variante della casa fortificata d’Albania qui caratterizzata da muri in pietra con una veranda aggettante chiusa al secondo piano e circondata da una balaustra in legno. Nella cittadella si respira un’aria antica : costruita su un’altura all’interno di una fortezza, si dispiega ai lati di un saliscendi di viottoli lastricati. L’icona bizantina più famosa presente nel museo Onufri è la THEOTOKOS del maestro cinquecentesco.


Giorno 7 Colazione, trasferimento a Kruje con visita guidata. Nel pomeriggio ritorno a Tirana, sistemazione in Hotel, cena.
Tempo Percorrenza 2 ore senza soste andata e ritorno
KRUYE
La città dell’eroe nazionale Skanderbeg. È un importante centro storico a nord di Tirana, già abitato dagli Illiri nel III secolo a.C. Nel Medioevo Kruje ebbe un primo periodo di fioritura come parte del sistema di difesa della città portuale di Durazzo attuato dai bizantini e come epicentro del primo stato feudale albanese. Nel 1396 fu, tuttavia, occupata dai turchi assieme al resto dell’Albania. Nel 1444 ebbe inizio la ribellione dei feudatari e del popolo albanese contro l’occupazione turca condotti dal grande Gjergj Kastrioti, detto Skanderbeg, signore di Kruye. Il principe riuscì a liberare gran parte dell’Albania e Kruje divenne la capitale dello stato unitario neoformato. Ma i turchi non si arresero e inviarono contro Skanderbeg enormi eserciti condotti dai sultani stessi che avevano conquistato Costantinopoli. Dall’imprendibile fortezza di Kruje, di cui ancor oggi si può osservare la posizione privilegiata su un poggio roccioso, l’eroe riuscì a opporre una venticinquennale resistenza agli assedi turchi che si succedettero nel 1450, 1466 e 1467, respingendo gli assalti turchi.
TIRANA
Il centro di Tirana è Piazza Skanderbeg, cuore di Tirana, é una zona concepita come rappresentativa degli ideali del regime comunista che ha governato l’Albania dal 1945 al 1992: gli ampi e ordinati viali che da essa dipartono costituiscono il centro commerciale e conducono a vari edifici pubblici, all’Università, alla galleria d’arte contemporanea ove, fra le altre, sono esposte anche suggestive opere realiste del periodo comunista, e al maestoso mausoleo piramidale progettato per l’allestimento di un museo dedicato alla vita di Enver Hoxha e ora prosaicamente divenuto centro fieristico. Fulcro della piazza piena di movimento è la statua dedicata all’eroe nazionale, Skanderbeg, a fronte della quale, sulla base di simmetrie architettoniche e urbanistiche simboliche, si erge imponente l’edificio in stile razionalista del museo storico. La facciata rettangolare è sormontata da un frontone musivo che illustra i capisaldi della storia dell’Albania nell’ottica del passato regime.


Giorno 8 Colazione, trasferimento al porto di Durazzo disbrigo formalità doganali e fine servizio.
Tempo Percorrenza 1 ora senza soste

Apollonia, rovine romane


Berat


____________________________________________________________
____________________________________________________________


Costi

La Quota di partecipazione a questo viaggio viene fornita su vostra espressa richiesta e potrà variare a seconda del periodo e del numero di partecipanti.

La Quota Comprende :
Hotel camera doppia mezza pensione escluso le bevande.
Categorie Hotel da 3 a 5 stelle ( in alcune località sono a 3 stelle )
Supplemento camera singola €. 60 al giorno x persona
1 – Guida per tutti gli 8 giorni in lingua Italiana
Ticket entrata musei.
Ticket visite guidate.
Cena tradizionale Albanese tutte le sere ( o a scelta europea )
Ultimo giorno Serata a Tirana con cena e musica tradizionale
Assistenza agenzia

La Quota Non Comprende :
Tutto quello non compreso alla voce “ La quota comprende “.

Informazioni
Carta verde OK ( valida quella rilasciata dalla assicurazione Italiana )
Patente Italiana OK
Passaporto valido non occorre il visto
Nessun tipo di vaccinazione o profilassi richiesta
Tutto il territorio Albanese è coperto da rete tel. Cell.
Internet 80% Territorio
Meccanici OK
Carro attrezzi OK
Carte di credito Ok nelle principali città / Hotel
Lingua Italiano
Corrente elettrica 220 W
Tassa entrata €. 1 a Durazzo x persona ( nessuna in uscita )
Tassa entrata aeroporto € 10 x persona ( nessuna in uscita )
Tassa Giornaliera x auto / fuoristrada x giorno € 1



Note :
Se il mezzo utilizzato non è di proprietà occorre dichiarazione che delega chi guida.
Oppure il proprietario del mezzo deve essere presente.
E’ utile avere anche dichiarazione di possesso delle apparecchiature fotografiche di ripresa o computer. ( Viene rilasciata alla dogana in uscita dall’Italia )


> > > > >... prenota ... < < < < <






Home | Chi Siamo | Paesi&Itinerari | Servizi | Partenze | ..in partenza.. | Prenotazioni&Regolamento | Cosa Portare | Tech | Cosa c'è da sapere... | Photo Gallery | Racconti di viaggio | Links | Contatti/e-mail | MAPPA del SITO

___________________________________________________________________________________
© Pangea Crossing since 2007. All Rights Reserved.
 

Torna alla categoria "offerte"
Sito Online di Euweb